Basilica di S. Francesco
borghi,  cosa fare,  italia,  on the road,  umbria

on the road: da Assisi alla Cascata delle Marmore

TAPPE DEL GIORNO: ASSISI – SANTA MARIA DEGLI ANGELI – SPELLO – NARNIA – CASCATA DELLE MARMORE

Se Assisi di notte è magica, di giorno è una meraviglia: è così raccolta che se ne può vedere una gran parte in mezza giornata. Alle 7 avevamo già parcheggiato in zona Porta Nuova  e ci siamo incamminati verso il centro, spuntando poi dietro la chiesa di Santa Chiara.

CHIESA DI SANTA CHIARA

Enorme, ma semplice e luminosa. Al suo interno si può vedere il crocifisso che “parlò” a Francesco (originariamente  nella chiesa di San Damiano) e alcune reliquie appartenenti ai santi, se siete amanti del genere.

BASILICA DI SAN FRANCESCO

Basilica San Francesco Assisi
Basilica San Francesco Assisi

 

Basilica superiore: Alta, bella, colorata, imponente e allo stesso tempo, incredibilmente semplice. I dipinti di Giotto la rendono davvero unica, anche se le ferite dal terremoto sono ancora visibili. Il video del soffitto che crolla è ancora vivo nella mia mente.

Basilica inferiore: l’ho vista per la prima volta e sono rimasta colpita dalla sua bellezza. Le decorazioni minuziose mi colpiscono sempre profondamente e anche qua la sensazione di pace regna sovrana.

Sempre con la cartina alla mano abbiamo toccato Cattedrale di San Rufino,l’Abazia di San Pietro, la chiesa di Santa Maria Sopra Minerva e Santa Maria Maggiore, segnate tra le più importanti cose da vedere, mentre dalla regia mi dicono che la chiesa di S. Apollinare, nel frattempo, è  diventato un hotel. OK.

FUORI DALLE MURA

CHIESA DI SAN DAMIANO

Chiesa San Damiano
San Damiano

 

CONSIGLIO: Non è vicinissima: conviene arrivarci in macchina, a meno che non vogliate fare una bella camminata. Sotto il sole. In pendenza.

Uno dei luoghi di culto più famosi: infatti è qui che il crocifisso “parlò” a Francesco, che poi si mise all’opera per restaurare la chiesetta e dove più tardi si trasferì Chiara con le sue suorine.

E’ anche il luogo in cui Francy scrisse Il cantico delle creature e onestamente non me ne sorprendo, vista la natura circostante.

SANTUARIO DI RIVOTORTO

Premessa: non sono molto “devota”, MA Francesco e Chiara mi sono sempre piaciuti per il loro modo di vivere la religione e la chiesa. Sarei curiosa di sapere cosa pensano delle chiese ENORMI erette a loro nome o direttamente SULLE chiesette da loro costruiti, famosi per essere piccoli, semplici, spogli, fatti di pietre e poco più.

Questo è il primo dei due mastodonti: al suo interno potrete trovare il “Tugurio“: una costruzione semplice e spoglia dove si pensa Francesco andasse a pregare con i suoi compagni agli albori della comunità francescana.

Vogliamo considerarla una “protezione”? Forse, ma continuo a pensare che strida un po’ con gli ideali di Francy.

SANTA MARIA DEGLI ANGELI

Porziuncola chiesa santa maria degli angeli Porziuncola

 

Il gran finale della nostra tappa ad Assisi: ENORME, IMMENSA. Bella eh, per carità, ma la vera bellezza sta nella MINUSCOLA E SEMPLICE chiesetta della Porziuncola che si trova al suo interno.

Quella della Porziuncola è stata la terza chiesa ricostruita da San Francesco e cosa volete che vi dica? A questo punto viva i contrasti.

SPELLO

Spello fiori Spello

 

Giusto qualche km e siamo arrivati qui, nel bel mezzo del concorso “Finestre, Balconi e Vicoli fioriti” per cui vi lascio immaginare lo spettacolo. Fiori. Fiori ovunque. Ma roba che SANREMO SCANSATI.

Purtroppo abbiamo dovuto centellinare i minuti (anche a causa del disco orario in parcheggio), ma siamo comunque riusciti a farci un bel giro (a onor di cronaca: dopo Assisi abbiamo deciso di prenderci una pausa da Chiese e Musei), ammirare buona parte dei partecipanti al concorso di cui sopra e goderci una birra STREPITOSA al MicroBirrificio DIECINOVE dove c’è stato anche consigliato di skippare la tappa Terni per andare invece a Narni. E chi siamo noi per non considerare il consiglio di un local? VAMOS!

NARNI(A)

Narni borgo storico Umbria
Narni

 

Centro esatto dell’Italia e musa ispiratrice per il nome “Le cronache di Narnia” di Lewis. Purtroppo noi l’abbiamo beccata con un temporale in avvicinamento ed il grigiume si è un po’ riflesso anche sulla città, ma c’era comunque aria di festa: da qualsiasi palazzo si sentivano note e gorgheggi di gruppi e cantanti in prova per il Narnia Festival, mentre gli stendardi di quartiere erano note di colore gradite.

Sono convinta che si meriti una visita più approfondita e chi lo sa, magari in un giro futuro le renderemo merito!

Tempo di levare le ancore e dirigerci verso la prossima destinazione: le cascate delle Marmore!

Ah, ovviamente non posso lasciarvi senza i numeri del giorno:

mappa da assisi a cascate delle marmore mappa da assisi a cascate delle marmore

118 KM percorsi in macchina (nella mappa non sono segnati i tragitti da e per il campeggio)

16,3 KM percorsi a piedi

Camminare e ingrassare..succede solo al sud!

Ciao viaggiatori!

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Translate »