Irlanda: un itinerario di 8 giorni
europa,  irlanda

Irlanda: itinerario di 8 giorni

Irlanda: un itinerario di 8 giorni tra i suoi colori e i suoi panorami, le sue bellissime chiese gotiche, la cortesia degli irlandesi, il sapore delle birre artigianali, le decorazioni di Halloween. L’irlanda sa di rugiada, biscotti alla cannella e GUINNESS.

Il nostro itinerario è stato una full immersion tra natura e paesini coccolosi: decisamente una meta che consiglio a tutti gli amanti dei viaggi su strada.

Ecco il nostro itinerario:

GIORNO 1 E 2 – DUBLINO 

GIORNO 3 – KILKENNY

GIORNO 4 – CORK E BALTIMORE

GIORNO 5 – KILLARNEY E DINGLE

GIORNO 6 – RING OF KERRY E DOOLIN

GIORNO 7 – CLIFF OF MOHER E GALWAY

GIORNO 8 – DUBLINO

Otto giorni sono comunque un tempo molto “diluito”, con qualche accortezza si può vedere tantissimo anche in solo 6 giorni 🙂

COSA VEDERE

L’Irlanda è, a mio parere, il paradiso degli amanti dei viaggi on the road, grazie alle sue strade in mezzo alla natura, poco trafficate, che ti permettono di goderti tutta la bellezza che ti circonda nella pace più totale.

Noi abbiamo scelto un percorso che alternasse paesi più o meno grandi e tratti di strada tra la tipica natura irlandese, per riempirci gli occhi di meraviglia.

Vi lascio qualche piccolo dettaglio di ogni nostra fermata :

DUBLINO

E’ la capitale e abbiamo passato qui il primo e ultimo giorno: se non avete molto tempo a disposizione, un FREE TOUR può fare al caso vostro: con persone “local” potete scoprire posti turistici e non, avendo inoltre anche qualche aneddoto e info storica. 

Ecco il tragitto: abbiamo attraversato il LIFFEY BRIDGE e raggiunto TEMPLE BAR, che si stava preparando per un’altra serata di musica dal vivo; ammirato DUBLIN CASTLE e  la CHRIST CHURCH CATHEDRAL con  le sue incredibili forme gotiche; visitato il cortile del TRINITY COLLEGE, una delle scuole più famose al mondo, anche per la sua splendida libreria che noi, ovviamente, non abbiamo visto (PRENDERE APPUNTI: DARSI 4 SCHIAFFI APPENA POSSIBILE).

Per raggiungere tutte queste tappe abbiamo fatto strade principali e non, così da vedere Dublino in tutte le sue sfaccettature.

SAINT PATRICK CHURCH, la chiesa dedicato al patrono d’Irlanda, è resa interessante dal suo essere, in qualche modo, INTERATTIVO. Visitare per credere.

KILKENNY 

KILKENNY CASTLE

POTTERIANI ALL’ASCOLTO: KILKENNY VI PIACERÀ’ DA MORIRE. 

Perchè? Per due ragioni: 1) sembra Diagon Alley 2) Il Ghost Tour notturno tra leggende di fantasmi e streghe.

Il Centro non è molto grande per cui si gira facilmente in una giornata, se siete di passaggio mi sento di segnalare la ST. CANICE CHURCH con il suo meraviglioso cimitero gotico, un giro per il centro per vedere Rothe House, Black Abbey, la BUTLER GALLERY e chiaramente il KILKENNY CASTLE.

Se Kilkenny è la vostra tappa notturna, allora vi consiglio il Ghost Tour proposto dal Lanigans Pub: noi alle 8 di sera eravamo già vestite da streghe con cappello e mantello e stavamo seguendo la nostra guida tra i vicoli di Kilkenny, ascoltando le storie e le leggende di Ser Richard Shee, Alice Ketyler, James Freney (il Robin Hood locale) e tanti altri. Tutte hanno fondamenta nelle leggende tramandate di generazione in generazione, rendendo tutto ancora più interessante.

CORK

7 giorni tra i colori d'Irlanda cork labirinto chiesa

Vale sicuramente la pena visitarla per bene, non di corsa come abbiamo fatto noi, vedendo solo l’English Market e la Finbar Cathedral. NON FATE LA NOSTRA STESSA STRUNZATA CHE SIAMO SCHIZZATE VIA PER ANDARE A VEDERE LE BALENE A..

BALTIMORE

La ragazza che c’ha consigliato di venire qui aveva detto che sarebbe bastato essere al porto la mattina e chiedere, che tanto le barche uscivano sempre…

Prendete nota.

SEMPRE in Irlanda vuol dire fino al 23 ottobre. Se voi arrivate il 24 vi attaccate a quello che vi pare.

RING OF KERRY

Irlanda: un itinerario di 8 giorni

A far passare l’incazzo della balene mancate c’ha pensato LUI: l’anello più famoso dopo quello della Terra di Mezzo. 

Una strada assolutamente INCREDIBILE, tra scogliere sferzate dal vento, distese verdi costellate da pecorelle, spiagge sbattute dalle onde e punti panoramici mozzafiato. Ah per raggiungere l’anello passerete di fronte alla DRUID’S VIEW, che alle sue spalle ha il carinissimo Molly Gallivan’s cottage, un piccolo edificio in pietra di 200 anni, ancora utilizzato e mantenuto in ottime condizioni dai proprietari. Ma chi era Molly?Solo una simpatica vecchina che, rimasta vedova, ha dovuto trovare il modo di tirare a campare grazie alla vendita dei prodotti della sua fattoria e del contrabbando di whiskey nel suo pub illegale.

Zia Molly una di noi.

CLIFF OF MOHER 

8 giorni tra i colori d'irlanda cliff of moher scogliere irlanda

Anche se non sono in realtà le scogliere più alte d’Irlanda (BOOOOM), hanno un fascino pazzesco e sono sicuramente tra le mete da non mancare in un giro come questo. Per coloro che soffrono di vertigini niente paura: un piccolo sentiero più all’interno vi farà sentire più sicuri.

Piccolo consiglio: portatevi la giacca a vento!

GALWAY

Città universitaria piena di vita, colori, PUB. Di sicuro non il mio paese preferito, dopo tanta pace e quiete tra la natura è stato come un pugno sullo stomaco, ma il centro è carino e ben curato.

Segnalo la strepitosa cattedrale di Nostra Signora Assunta in Cielo e San Nicola, per gli amici “Galway Cathedral”.  L’architettura porta su di se molti stili differenti e, anche se per alcuni è una “mostruosità”, io l’ho trovata meravigliosa: uno di quei posti dove, anche se non sei credente, sedersi su una panca e osservare i dettagli ti regala una grande pace.

ALTRI PAESINI CARRRINI

Dooling e Dingle sono state nostre tappe notturne per cui non si può esattamente dire che ci sia qualche motivo in più per fermarsi, ma è sempre bello vedere la vita di tutti i giorni fuori dalle grandi città. 

COSA CAMBIEREI

Il viaggio di per se è stato meraviglioso, ma nonostante tutto ci sono alcune cose che cambierei:

  • Avrei prenotato prima l’auto da casa per risparmiare soldi e tempo.
  • ENTREREI NELLA LIBRERIA DEL TRINITY COLLEGE
  • DECISAMENTE mi informerei sulla possibilità o meno del poter vedere le balene da Baltimore PRIMA di fiondarmici. A parte la simpatica avventura nell’oscurità più totale sotto il diluvio, è stata decisamente una perdita di tempo.
  • Avrei sfruttato quel giorno perso a Baltimore per fermarmi di più a Cork.

Spero che questo articolo vi sia utile per organizzare il vostro tour irlandese su strada, presto pubblicherò un articolo con dei consigli sull’Irlanda del Nord.

Oh e se ve lo siete perso, date un occhio all’articolo sui consigli per preparare un viaggio in Irlanda.

Nel frattempo fatemi sapere nei commenti se ci sono altri posti secondo voi IMPERDIBILI lungo questo percorso 🙂 

Ciao Gipsini!

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Translate »