• 1 giorno a Senja
    cosa fare,  Norvegia

    1 giorno a Senja

    Abbiamo deciso di dedicare 1 giorno a Senja per provare il gusto di una giornata ON THE ROAD tra le splendide strade e panorami norvegesi che quest’isola, la seconda più grande della Norvegia, offre.

    Per ora ancora molto poco turistica, lo si percepisce dai pochi servizi offerti, ma si pensa stia puntando a fare concorrenza alle isole Lofoten, perciò può essere che negli anni a venire si “sviluppi” un pelino di più, anche se ammetto che il suo essere ancora così selvaggia è stato per noi un punto di forza e non uno a sfavore.

    A colpire sono i cambi di panorama continui, le strade perfette e tranquille, le montagne, che morfologicamente noi colleghiamo a cime altissime, a picco sul mare, i paesini tranquilli e le rosse case di pescatori che costellano la costa.

    Sicuramente un posto dedicato a chi ama immergersi nella natura, non per gli amanti delle grandi città o dello shopping sfrenato, ecco.

    COME ARRIVARE A SENJA

    Questo bell’isolotto è raggiungibile sia via terra che via mare e per scoprire il percorso ed i mezzi a disposizione potete

    • andare all’info point di Tromsø
    • usare la sempre fedele applicazione Rome2Rio

    In questo caso noi abbiamo fatto un mix delle due cose: l’app Rome2Rio ci ha permesso di raggiungere facilmente tramite link i siti ufficiali per la prenotazione biglietti e per la consultazione degli orari, mentre all’ufficio informazioni abbiamo chiesto la modalità di imbarco e il punto di ritrovo esatto: così come a Bergen, non volevamo sbagliare!

    Abbiamo optato per il traghetto per fare anche quest’esperienza di viaggio: dal porto di Tromsø partono 3 traghetti al giorno e in un’ora e 15 minuti si raggiunge FINNSNES, il centro abitato più grosso dell’isola.

    Da qui abbiamo preso un bus per avvicinarci all’autonoleggio dato che quelli più vicini erano chiusi. Ps al ritorno l’abbiamo fatta a piedi perchè non c’erano più bus, perciò se non siete amanti delle camminate assicuratevi che gli autonoleggi più comodi siano aperti.

    Solitamente i siti sono aggiornati, ma visto il periodo direi che una bella mail non fa mai male.

    COSA VEDERE

    Una volta saliti in auto gli unici limiti sono la fantasia e l’orario del traghetto di ritorno. Noi abbiamo deciso di fare tutta la costa nord in un percorso ad anello in modo da poter poi tornare a Tromso con l’ultima barca.

    Vi lascio qui sotto il nostro percorso e qualche punto di riferimento:

    1 giorno a Senja

    Devo dire che la Norvegia in generale è molto infida nelle proporzioni di Google Maps: infatti percorsi e distanze che sembrano enormi in realtà non lo sono, così come il nostro anello. A farlo senza stop c’avremmo messo meno di 3 ore. Ed è per questo che ci siamo concessi qualche sosta lungo la strada per ammirare il paesaggio, anche se il punto panoramico più famoso è sicuramente TUNGENESET.

    PUNTO PANORAMICO TUNGENESET

    si tratta di una passerella sospesa nel vuoto che oltre a grandi vertigini ti da anche grandi brividi perché la sensazione è proprio quella di volare (alla “sto volando, Jack”, CAPITO COME?).

    ISOLA DI HUSOY

    Dire che l’abbiamo “visitata” è decisamente una parola troppo grande, ci siamo passati attraverso perché c’ha incuriosito parecchio. E’ un’isola di pescatori 1 km e larga 500 metri, ed è abitata da circa 300 persone. Si possono trovare una chiesa, un negozio, e due scuole, primaria e secondaria.

    DOVE MANGIARE

    Quello della ricerca di cibo è stato effettivamente un problema: ci siamo affidati alle informazioni trovate su Google e praticamente tutti i ristoranti segnati aperti lungo il tragitto, in realtà non lo erano. Perciò, quando ormai ci stavamo chiedendo se la soluzione fosse trovare un misero supermercato, ci siamo imbattuti fortuitamente in una baia dove abbiamo trovato

    HAMN I SENJA

    E’ un hotel che si trova in zona Finnsæter e si può usufruire del pranzo a buffet pagando una quota all’entrata (una cifra mostruosa ovviamente). Noi abbiamo beccato la giornata LASAGNE. Per 25 € a testa vi lascio immaginare che porzioni e quanti giri abbiamo fatto. SPOILER: ERANO OTTIME.

    CONSIGLIO: Portatevi qualcosa da mangiare da casa. Specialmente se avete intenzione di stare fuori tutto il giorno come abbiamo fatto noi, assicuratevi di avere qualcosa da mettere sotto i denti ed eventualmente un bel thermos di the calda. Onestamente quando siamo arrivati all’hotel dove abbiamo mangiato eravamo abbastanza affamati e di conseguenza innervositi! Non vorrete mica farvi rovinare la giornata vero?

    CONCLUSIONI

    Come vi dicevo non c’è molto da scrivere perché davvero ci si può sbizzarrire. Ai più preoccupati per la strada ghiacciata ecc ecc dico solo che la nostra auto aveva le gomme chiodate e pure io, che sono una fifona, mi son sentita super sicura tutto il tempo!

    Consiglio che vi so è di arrivare poi un po’ in anticipo al porto per il traghetto di ritorno, giusto per non arrivare di corsa e col patema d’animo. Tra l’atro dal porto si gode di una vista tramonto spettacolare, perciò potrete tranquillamente rilassarvi li, in attesa del traghetto.

    1 giorno a Senja

    Spero che per quanto striminzito questo post possa tornarvi utile!

  • Cosa fare a Tromsø in 5 giorni
    europa,  Norvegia

    Cosa fare a Tromsø in 5 giorni

    L’ultima tappa del nostro viaggio è la città di Tromsø. Data la sua posizione è un posto perfetto per l’avvistamento dell’aurora boreale, motivo per cui abbiamo deciso di passarci ben 5 giorni..ma che fare nell’attesa che cali la sera? Ecco i miei consigli su

    Cosa fare a Tromsø in 5 giorni

    Sono sincera: questa città non mi ha lasciato un segno particolare, è anche vero che per questioni di budget non l’abbiamo vissuta al 100%: non abbiamo visitato nessun museo nè provato nessun locale particolare se non un birrificio.

    La scelta è stata quella farci grandi passeggiate, qualche escursione e di visitare la vicina isola di Senja in giornata. Per tutte le info riguardo al come muoversi, e come trovare le escursioni vi rimando all’articolo su come organizzare un viaggio in Norvegia low cost.

    Vi spiego invece come sono andate le nostre giornate. Per onor di cronaca vi dico già che i giorni a Tromso sono stati 7, MA il primissimo è stato l’arrivo in tardo pomeriggio da Bergen mentre l’ultimo abbiamo preso un volo all’alba per rientrare, perciò i giorni effettivi sono stati 5.

  • cosa vedere a Bergen in 4 giorni
    europa,  Norvegia

    Cosa vedere a Bergen in 4 giorni

    Siamo giunti a Bergen verso il primo pomeriggio, essendo partiti da Oslo con un dei primi treni disponibili (i trucchetti per avere dei biglietti a prezzo più basso sono tutti qui): questo c’ha permesso di fare una mezza giornata in più e di girare davvero in lungo e in largo la bella cittadina norvegese. Ma come sfruttare al meglio il tempo? Ecco qua alcuni consigli su

    Cosa vedere a Bergen in 4 giorni

    GIORNO 1

    Se siete a piedi e non avete intenzione di prendere i mezzi pubblici, la camminata per arrivare al vostro alloggio sarà già sicuramente un bell’assaggio di quello che vi aspetta: un paesino dinamico e colorato, pieno di tante casette di legno con finestre enormi, piccoli angoli accoglienti anche sotto la neve.. Bergen mi ha dato l’impressione di essere coccolosa e calda, nonostante le temperature fossero completamente in disaccordo con questo pensiero.

    La nostra casina trovata su Airbnb si trovava quasi dall’altro lato della città in zona Verftet e così abbiamo attraversato tutta la via principale e varie stradine facendoci già l’idea che Bergen è, effettivamente, una città a misura d’uomo che avremmo potuto esplorare anche a piedi.

    BRYGGEN BY NIGHT

    Non può certo mancare una visita dello storico quartiere di Bergen in versione notturna: sembra un piccolo presepe, con tutte le sue casine illuminate. Quella sera nevicava e sembrava di stare dentro uno di quei paesini descritti nei racconti di Natale. Ora che ci penso, passare il Natale qui deve essere pura magia. Abbiamo anche avuto il primo vero faccia a faccia con i prezzi della birra norvegese: dentro un carinissimo locale che sembrava l’interno di una nave pirata ci siamo bevuti due birre piccole per la cifra misera di 23 €. V E N T I T R E. Addio alcol.

Translate »